“L’universo è un materasso”: un viaggio con il signore del Tempo Io c'ero

Una notte stellata: è lo sfondo su chi si svolge la storia del Tempo raccontata ne “L’universo è un materasso. E le stelle un lenzuolo”. Scritto da Francesco Niccolini e interpretato da Flavio Albanese, lo spettacolo teatrale è proposto “per i ragazzi”, ma incanta e diverte anche i più grandi: è quello che è successo durante la rappresentazione a cui assistito, proposta nell’ambito della XVI edizione di BergamoScienza.

Lo spettacolo accompagna il pubblico in un viaggio in quattro tappe che seguono l’evolversi del concetto del tempo, nelle quali si mescolano e si abbracciano la visione umana e quella scientifica.

La guida del viaggio è Crono stesso, il Tempo della mitologia greca, interpretato da Flavio Albanese. Si parte quindi con il mito, ovvero l’epoca in cui il Tempo non esisteva ancora, attraverso la teogonia di Esiodo, per passare al tempo di Aristotele e poi di Tolomeo, quando il Sole girava intorno alla Terra. Incontriamo Copernico e la sua rivoluzionaria teoria che mette il Sole al centro dell’universo, per arrivare ai tempi moderni, dove il cammino si fa un più difficile… Siamo infatti nel ‘900 e incontriamo un improbabile, ma divertente, Einstein a cui fanno da spalla Newton e altri scienziati per portare a terminare l’impegnativa missione impegnativa di avvisare Crono che il suo tempo sta scomparendo.

Mentre i più piccoli si divertono con le buffe espressioni di Crono, i più grandi potranno cogliere tra le sfumature di questo racconto la straordinaria arte di unire mito e scienza, filosofia e scoperte rivoluzionarie, innocenti prese in giro e fatti storici.

Lo spettacolo ha vinto un Eolo Awards 2018, premio meritato “…per la capacità interpretativa di Flavio Albanese e drammaturgica di Francesco Niccolini di saper narrare ai ragazzi, in mezzo ad un cielo trapuntato di stelle, tutte le dimensioni che via via ha acquisito il concetto di tempo. Da quando si chiamava con un altro nome, Crono, ed era imperatore dell’Universo, fino ad oggi che è scomparso dalle leggi della fisica, facendoci comprendere nel contempo, come noi esseri umani, che ci crediamo così potenti, siamo solo una piccola parte dell’Universo e che le cose non sono come sembrano, ma probabilmente tutto, come il teatro, che tanto amiamo, è solo illusione”.

Flavio Albanese è in tour per l’Italia con la Compagnia del Sole. Qui potete trovare gli spettacoli in programma.

Per chiudere, un ringraziamento allo staff di BergamoScienza per la sempre impeccabile organizzazione!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *