chi sono

Mi chiamo Sara Brunelli e scrivo di scienza e tecnologia. Fin da piccola mi affascinano le missioni spaziali, l’astronave di Capitan Harlock, il suono segreto delle parole scritte. Ho cercato di trasformare queste passioni nel mio lavoro e così, dopo una laurea in matematica e un master in divulgazione scientifica, ho esplorato il mondo della comunicazione. Tra le tante forme possibili, quella in cui mi ritrovo meglio è la scrittura.

Scrivere un articolo, per me, è un po’ come fare un viaggio: parlare di un tema o di un fatto significa esplorare un territorio nuovo, raccogliere informazioni, parlare con le persone che lo conoscono meglio, fotografarlo (con lo smartphone, ma anche con il cuore!). Poi tornare a casa e, rimesse insieme le idee e con la giusta distanza critica, raccontare a chi non c’era quello che si è scoperto.

Le mie radici affondano nella campagna veneta, ma oggi vivo a Milano, una città dove posso coltivare sogni, ambizioni e, inaspettatamente, una pianta di limone.

La mia storia professionale è su LinkedIn; qui ci sono alcuni degli articoli che ho scritto, scelti tra quelli a cui, per diversi motivi, sono più affezionata.

grand tour terzo millennio

Un viaggio virtuale tra i pianeti del sistema solare. E’ il mio primo articolo pubblicato (Newton)

architetti tempo

Gli architetti del tempo. Dalle fasi lunari agli orologi atomici, i diversi modi con cui l’uomo scandisce il tempo (Newton)

compleanno candy

I primi 50 anni dello storico marchio italiano (Meccanica&Automazione)

 

Com’è nato questo sito

Mi piace seguire mostre, spettacoli, film che parlano di scienza. A Milano le occasioni non mancano, ma nelle mie peregrinazioni su Internet ho scoperto che ci sono eventi interessanti un po’ in tutta Italia.

Qualche anno anno fa mi son detta: perché non raccontare gli eventi a cui partecipo? Ma soprattutto, perché non creare un luogo dove raccogliere le informazioni che trovo e metterle a disposizione di tutti?

Da qui è nata l’idea di un semplice blog, che nel tempo si è trasformato in qualcosa di più. Grazie al supporto e alla collaborazione di una cara amica, Valeria, che ha creduto in questo progetto e ha messo a disposizione le sue competenze, il bloggerello che avrei potuto realizzare io è diventato un sito…ed eccoci qui! (Valeria è web designer, su Il mio segno trovate un assaggio della sua creatività!)

agenda della scienza 2003Sul nome, “L’agenda della scienza”, ho avuto qualche perplessità…poteva confondersi con le tante “agende” politiche, culturali, digitali oggi di moda. Ma in realtà è un’ispirazione nata tanti anni fa, molto prima dell’idea del blog, suscitata da questo libricino, che vedete nella foto qui a fianco.

Si tratta di una vera e propria agenda, in cui sono riportati eventi e ricorrenze del mondo scientifico, come una sorta di almanacco della scienza. E’ una pubblicazione di cui ho perso le tracce – quella che vedete è del 2003 e credo che sia stata l’ultima edizione, anche se non so perché sia stata interrotta. Qualcuno ha informazioni in merito?

Mi piacerebbe che questo sito diventasse uno strumento per far conoscere le iniziative che ci sono in Italia e promuovere la buona divulgazione della scienza. Se conoscete eventi che qui mancano o volete esprimere la vostra opinione su qualcosa a cui avete partecipato in prima persona, fatevi avanti!